EXPLORA, il museo dei bambini

Era tanto che ne sentivo parlare e lo sentivo nominare … erano più di due settimane che avevamo organizzato questa “gita” con i miei bambini … sarebbe stato bello vedere Anna divertirsi con vicino suo fratello, ma purtroppo il nano, a 24h dall’evento, si è fatto venire la febbre.

Alla fine tra sì e ma abbiamo deciso io e mio marito di portare comunque Anna e che poi saremmo ritornati tutti insieme.

Ci siamo regalati queste due ore insieme ad Anna e lei si è divertita tantissimo.

ex

Definirlo museo è riduttivo perché non è un vero museo … perché, come ci hanno detto all’accoglienza, “nei musei ci sono quadri e tante cose antiche che è vietato toccare, invece qui ci sono tanti giochi”.

Si tratta di un grande edificio su due piani con tantissime postazioni, in cui i bambini sono gli unici protagonisti e dove possono muoversi liberamente, sperimentando cose e realtà di tutti i giorni, ma sotto forma di gioco. Non esistono guide né tantomeno percorsi stabiliti da qualcuno.

I genitori devono solo lasciare liberi i bambini di scegliere l’attività che più gli piace e divertirsi con loro.

Ci sono varie attività/giochi/zone da scoprire: l’orto e la cucina, il camion dei pompieri, il percorso tattile (dedicato ai più piccolini), i giochi d’acqua, il supermercato e molti altri.

Ci sono anche dei laboratori a tema in base all’età del bambino.

Sabato era previsto un laboratorio con il feltro per i bimbi dai 4 ai 6 anni … ed Anna si è divertita un mondo a creare il suo coniglietto pasquale ed a scoprire che “bagnando un pó di lana con acqua e sapone e manipolandola un po’ … diventa feltro”

 

L’ingresso è a numero chiuso, per garantire il giusto numero di bambini presenti all’interno del padiglione e la visita dura tassativamente 1 ora e 45 minuti. Ecco su questo io sarei decisamente meno tassativa, ma capisco anche che le prenotazioni sono tante e probabilmente essendoci dentro un milione di bambini in contemporanea non si capirebbe nulla.

Mentre aspettiamo il nostro turno per entrare, facciamo un salto al negozietto di Explora che è bellissimo, tutto colorato e pieno di libri e giochi interessanti.

Ma finalmente si entra.

C’è un grande stanzone con una fontana e un camion dei pompieri.

Una signorina invita i bimbi a sedersi e così ascoltiamo un discorso su cosa è Explora e alcune regole che i bambini devono rispettare.

Finite le spiegazioni si parte.

LA FONTANA:
E’ una vasca con tantissimi giochi d’acqua dove si possono fare esperimenti. Ad esempio unire i tubi per far scorrere l’acqua come fa un vero idraulico oppure usare l’acqua per far girare la ruota leonardesca o per riempire il contenitore basculante…
Come mamma posso dirvi che ho visto Anna molto attenta a quello che succedeva, l’acqua attrae molto i bambini e la vedevo ad occhi sgranati quando, muovendo le leve, azionava le ruote che facevano scendere acqua e riempire i vari contenitori che davano vita a veri e propri movimenti.

 

IL SUPERMERCATO:
Anna è stata attratta subito dal supermercato anche perché a lei piace molto fare la spesa, mettere la roba nel carrello e tutto il resto.

Qui c’è un supermercato solo per i bambini. E’ piccolino, ma c’è tutto. Anna prende subito un carrellino e inizia a girare per gli scaffali prendendo un prosciutto, il latte, la frutta e la verdura. E’ proprio come un supermercato vero. La frutta va pesata e l’etichetta adesiva attaccata sopra.

Poi si va in cassa e si passano i prodotti.

L’ORTO:
Abbiamo esordito con la canzoncina della mitica Masha: “faccio la guardia a tutte le Carote”
Abbiamo imparato a piantare le carote, ad innaffiarle

Abbiamo scoperto come sono fatti gli animali visti dall’interno del loro guscio:
… Lumaca …

ex13

… Tartaruga …
ex14

… siamo entrate nel guscio di un uovo …
ex15

LA CUCINA:
La cucina è il luogo ideale dove comprendere il significato di “consumo consapevole” e scoprire che dal cibo dipende il futuro del nostro pianeta. I prodotti sono come “finestre sul mondo” e ci raccontano storie di luoghi lontani e vicini, di persone, di relazioni, di scelte e valori.
(Questa è la presentazione del museo)

Anna, a differenza della mamma, adora stare in cucina, adora immaginare di creare ricette, mischiare ingredienti, decorare e preparare prelibatezze da servire poi a noi.

… e poi di corsa a lavare i piatti!!
ex20

Queste ore passate da Explora sono state piacevoli, hanno permesso di ritagliarci dei momenti da dedicare solo ad Anna … e ci hanno fatto bene al cuore e all’anima …
ex21

Anna sprizzava gioia da tutti i pori …
ex22

Grazie Explora

#mammainconverse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...